Oggi come oggi, siamo costantemente bombardati da contenuti e questo è un fenomeno in costante crescita. Il 74% degli esperti di marketing realizza, infatti, le proprie attività promozionali servendosi di risorse visive. Nessuna sorpresa: oltre a essere più coinvolgenti e comprensibili, le immagini esprimono effettivamente il desiderio di accedere a contenuti interattivi su richiesta.

Per essere efficace, un buon contenuto deve sempre essere introdotto da una storia convincente, che coinvolga direttamente il pubblico e fornisca informazioni che abbiano un’applicazione pratica. Quattro sono le domande fondamentali da seguire per creare storie coinvolgenti e che catturino l’attenzione degli utenti:

COSA?

I lettori sono impegnati e non hanno tempo da perdere. E’ fondamentale catturare la loro attenzione mostrando cos’è che promette di offrire nell’immediato un contenuto. L’infografica realizzata è una guida su come attrarre meglio un pubblico di millennial sui dispositivi mobili? O magari si tratta di uno Slideshare su questioni ambientali e su come la tecnologia possa ridurre l’impatto di un essere umano? Qualunque cosa sia, l’importante è andare dritto al punto, ottimizzando il titolo con parole chiave che aiuteranno a raggiungere l’obiettivo.

PERCHÉ?

Una volta catturata l’attenzione dei lettori, va mantenuta. Perché dovrebbero interessarsi al tuo argomento? Che importanza ha da un punto di vista più ampio? Perché costituisce un problema? Questo è il momento ideale per includere dati significativi a supporto della tesi che si intende dimostrare. È cruciale aiutare  il lettore ad associare il concetto ad altri argomenti correlati, per illustrare in maniera esaustiva la portata dell’impatto. La conditio sine qua non è  di includere informazioni che non siano solo significative, ma anche aggiornate e corrette.

COME?

In che modo il lettore può usufruire delle tue competenze per trarne vantaggio? La comunicazione di un brand non è più un concetto a senso unico: per qualsiasi interazione, i lettori si aspettano infatti qualcosa in cambio. Se un articolo parla della subscription economy per i product manager, deve offrire loro consigli pratici su come migliorare e raggiungere gli obiettivi. Il focus deve essere sul lettore e non sul brand. Non deve essere un elenco di tutti i motivi per cui il prodotto o servizio di una determinata azienda è il migliore, bensì una dimostrazione dell’utilità per il pubblico delle informazioni messe a disposizione.

E ADESSO?

Quale azione deve intraprendere adesso il lettore, dopo il primo contatto con il contenuto? Vuoi che segua i tuoi canali social? Vuoi che condivida il contenuto usando un hashtag particolare? Dovrà visitare una pagina di destinazione per ottenere più informazioni sul prodotto o sulla soluzione? Comunicalo chiaramente e semplifica il processo.

In fin dei conti, siamo tutti consumatori, quindi la regola è seguire l’intuito e creare contenuti che siano veramente coinvolgenti e utili. Mettersi nei panni del pubblico e chiedersi: come si può mostrare generosità in quello che sto offrendo? Se in primis non è l’azienda a dedicare tempo ad un contenuto, con ogni probabilità non lo farà neanche nessun altro.

Alla base deve esserci una storia efficace, supportata da dati interessanti, accompagnata da una grafica visivamente piacevole: è così che si fa colpo sui lettori con contenuti visivi straordinari!

Vuoi saperne di più per sviluppare una strategia content? Contattaci: Beatrice.agostinacchio@hotwireglobal.com

Share:

Leave a Reply